Terapia benessere psicofisico

Pubblicato il Gennaio 3rd, 2013 | di Gaia Turra

0

Aree di sviluppo- seconda parte: senso e psicomotricità

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Nell’articolo della settimana scorsa si è iniziato a trattare l’argomento relativo ai livelli di sviluppo coinvolti e presi in considerazione nel setting terapeutico acquatico. Quindi dopo aver esaminato il livello sensoriale- percettivo ci si soffermerà, nel presente articolo, sul livello senso- motorio e psico-motorio, analizzando di quest’ultimo solo il  sotto capitolo relativo alla psiche. Per quanto riguarda la postura ed i movimenti, altro sotto capitolo del medesimo livello, si consiglia di attendere l’articolo della settimana ventura.

LIVELLO SENSO- MOTORIO

L’esperienza senso motoria in acqua è completa e, soprattutto sott’acqua, il bambino vive esperienze senso motorie:  ascolta i rumori del mondo subacqueo, ha una percezione visiva nebulosa, avverte bambina che schizza acquala diminuzione del peso corporeo e l’assenza di gravità, vive una situazione di fluttuazione in uno spazio tridimensionale, sperimenta la resistenza che l’acqua impone ai suoi movimenti per conseguenza della sua pressione e resistenza all’avanzamento, si sente avvolto e contenuto dall’acqua;  lapuò manipolare ,assaggiare, ascoltare ed annusare.

Sperimentazioni/ giochi sensi motori possono essere: spostamenti lenti- veloci, l’arrampicarsi sul bordo, scivolare dentro l’acqua, tuffi, rotolare su di un materassino che con il peso del corpo asseconda i movimenti e sostiene a mezza acqua, galleggiare, andare sott’acqua, fare rumore.2 persone che si tuffano da una pedana

Attivato il sistema senso motorio, il soggetto impara a muoversi in relazione con l’altro, migliora la coordinazione. L’acqua crea sollecitudini, percepisce e interagisce con l’ambiente in modo finalizzato. In acqua  è più semplice promuovere il gioco attraverso scambi interpersonali corporei e relazionali.

LIVELLO PSICO-MOTORIO

Psiche

Lo sviluppo del bambino incomincia con lo sviluppo acquatico, quello intrauterino: questa esperienza lascia nel piccolo tracce sensoriale e motorie ben precise. Il bambino al momento della nascita è dunque uno specialista dell’ambiente liquido, in questo modo attraverso l’acqua si possono recuperare le tracce sensoriali, motorie e di benessere psicofisico primitive e scoprirne altre nuove. Più in generale, le caratteristiche specifiche e particolari dell’acqua stimolano l’ essere umano dal punto di vista fisico e psicologico.  L’acqua, avvolgendo il corpo, esercita una pressione su tutta la sua superficie, favorendo una migliore percezione dei suoi confini, l’assenza del peso corporeo facilita i movimenti, in un fluido quindi questi ci permettono di vedere gli effetti prodotti dallo spostamento del nostro corpo, facilitandone la consapevolezza. donna che si rilassa sulla superficie dell'acquaLa necessità di mantenere lo stato di sicurezza durante la permanenza in acqua induce ad essere più vigili in contatto con l’ambiente. L’acqua stravolge ogni nostro riferimento e ogni abitudine quotidiana, offre percezioni completamente diverse del corpo dei suoi limiti, della sua unità, del dentro e fuori, ma anche del calore, dell’assetto tonico e del controllo del movimento sollecitando simmetricamente il corpo. Permette così di scoprire il piacere legato al movimento e favorisce il processo di separazione/ individuazione.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS



Informazioni Autore

Terapista della Neuropsicomotricità dell'età evolutiva, Neuropsicomotricista in acqua e istruttrice di nuoto a Padova. Ho affiancato la mia formazione universitaria ad una mia passione ovvero il nuoto cercando di creare un nesso tra terapia, sport e piacere. In un mondo non sempre facile avere più chance per vivere meglio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑